Venture Forth [un gioco in 150 parole]

Venture Forth in 150 parole

Particolarissimo gioco che mescola tema tipico “Americano” e meccanica tipica da “German Game”.

I giocatori muovono gruppi di avventurieri su una mappa stilizzata formata da 5 tempi collegati da percorsi, risolvendo gli incontri che man mano si creano.

Nel proprio turno si può eseguire un’azione tra le seguenti: giocare una carta (ovvero inserire un incontro lungo un percorso ricevendo per questa una ricompensa), completare un percorso, fare un’offerta al tempio o scartare/pescare nuove carte.

Un percorso può essere affrontato solo quando completo e il giocatore dovrà combattere gli eventuali mostri. Ogni avventuriero ha una diversa ambizione che se completata permetterà di passare di livello, ovvero migliorare il proprio potere e fare dei punti.

Occorre quindi giocare le carte sulla mappa cercando di costruire percorsi adatti al proprio gruppo senza favorire gli avversari. Oggetti speciali, mostri e terreni contribuiscono a dar vita al tema senza appesantire meccanica e scorrevolezza.

AutoreDan Manfredini
IllustratoreJames Denton
EditoreMinion Games
Anno di pubblicazione2012
Numero di giocatori2 - 4
Durata75
A partire da12 and up
Dipendenza dalla LinguaModerate in-game text - needs crib sheet or paste ups
(6 voters)

Infos courtesy of boardgamegeek.com. More Infos.

L’autore e l’editore

Minion Games si sta affermando come nuova casa editrice con diversi titoli interessanti tra cui spiccano The Manhattan Project e Kingdom of Solomon. Primo gioco di sostanza per Dan Manfredini dopo l’interessante debutto con Monkey Lab.

Giudizio

Gioco divertente ed avvincente che può piacere a chi ama i giochi a tema ma con meccaniche solide. Essendo però un ibrido al tempo stesso non piacerà a chi cerca giochi molto tematici (non è il classico adventure game che uno si aspetterebbe) o giochi con meccaniche molto solide.