Tag Archives: red glove

Super Fantasy Box

Super Fantasy: intervista ad autore ed editore

È ormai imminente l’uscita di Super Fantasy: Assalto dei Brutti Musi, un titolo che per diversi motivi sta suscitando molto interesse e attesa nel mondo dei giocatori Italiani. In primo luogo c’è l’autore: Marco Valtriani, un nome piuttosto noto nel settore. Seppur non sono tanti i titoli finora pubblicati, Valtriani si è fatto conoscere per diverse iniziative importanti per l’editoria ludica italiana.

Una delle menti dietro il progetto Creatori di Divertimento è il responsabile della sezione italiana del forum degli autori di giochi (www.bgditalia.it) e, più di recente, del sito PlayToday (www.playtoday.it). Marco è uno degli autori italiani che più si interroga su ruolo e competenze del game designer, con contatti e collaborazioni anche a livello accademico. È quindi con grande curiosità che attendiamo il risultato del suo lavoro. Curiosità anche per quel che concerne l’editore: pareva infatti che Red Glove avesse preso una certa distanza dal mondo dei giocatori negli ultimi anni, con un catalogo più orientato ai bambini e alle famiglie, limitandosi, per il pubblico più “hardcore”, alla distribuzione dei prodotti Ares.
Continua

fattore famiglia

Giochi che possono aiutare a sviluppare competenze matematiche e linguistiche

Ciao a tutti, siamo giunti al terzo appuntamento di questo ormai abituale rubrica dedicata al mondo del gioco da tavolo. Sono tante le domande di noi genitori che possono trovare una risposta divertente ed efficace sotto forma di attività ludica, in particolar modo nel gioco da tavolo.

Come ormai detto più volte il gioco è e deve essere sopratutto una attività divertente, per adulto e bambino, ma non possiamo nascondere che sono enormi le potenzialità educative e formative del gioco. Personalmente non amo i giochi esplicitamente didattici o educativi, che quasi sempre sono fatti da autori/editori più esperti in formazione che in intrattenimento e risultano meno divertenti di altri prodotti più “commerciali”. Il bambino coglie subito la differenza e l’attività ludica perde gran parte del suo valore/significato.

Al genitore che mi chiede: “come posso insegnare a … ?” preferisco allora indicare e suggerire giochi nati con lo scopo di divertire che però al tempo stesso sanno insegnare e sviluppare competenze.
Continua

  • Twitter

    Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

  • Dalla mia collezione

  • Archivi

  • Articoli recenti