Tag Archives: giochi per bambini

icecool

Giocare con i propri figli: Ice Cool

In questa rubrica vi presenterò ogni volta un gioco nuovo. Cercherò di alternare giochi di strategia a giochi di destrezza e abilità; “classici moderni” o vere e proprie novità editoriali; giochi per i più piccoli o adatti a tutta la famiglia. Non mancheranno brevi escursioni nel mondo dei giochi tradizionali e non escludo di parlarvi anche di qualche gioco di ruolo, di carte collezionabili o di miniature.
Cosa accomunerà questi giochi ? Il fatto di averli provati, giocati e trovati divertenti per il target a cui si rivolgono. Cercherò anche, di ogni gioco, di farvi scoprire ed apprezzare alcuni aspetti “educativi”: quali abilità richiedono ? Quali competenze stimolano ?

Ho deciso di iniziare da Ice Cool, premiato di recente come miglior gioco per bambini (Kindespiel des Jahres) Continua

img_5405

Giocare con i propri figli: una nuova rubrica su La Gazzetta di Modena

Gioco in maniera continuativa da oltre 30 anni e gioco con i miei figli da quando sono nati. Sono oramai più di 10 anni che collaboro con La Gazzetta di Modena e quando mi hanno chiesto di scrivere una rubrica per l’inserto 0-14, che parlasse si gioco e bambini, sono stato ben contento di accettare. Condividere con altri genitori la mia passione per il gioco (che oramai è anche la mia professione) è una cosa per me impagabile: mi piace giocare e mi piace scrivere di giochi e spero che questo mio piccolo contributo possa aiutare tanti genitori a (ri)scoprire il piacere di giocare assieme ai propri figli.

Ecco il numero zero, la presentazione della mia rubrica, pubblicato sabato 24 Giugno 2017 Continua

fattore famiglia

Giochi da spiaggia – seconda parte

Giocare assieme ai propri figli, non mi stancherò mai di ripeterlo, è una attività importante che vi permetterà, nel tempo, di rafforzare i vostri legami famigliari. Una attività sui cui vale la pena investire un po’ di tempo ed energia perché i giochi sono degli ottimi “socializzatori” e un buon gioco, da solo, può garantire a tutta la famiglia tante ore di divertimento senza dover vestire i panni, spesso scomodi e faticosi, dell’animatore. E’ il gioco che con le sue regole, le sue dinamiche, il suo fascino funge da catalizzatore e animatore e può essere anche un ottimo strumento, specialmente in estate, per socializzare con altre famiglie e bambini.
Continua

Spiel-des-Jahres-Logo

Spiel des Jahres

Siamo giunti al momento probabilmente più importante dell’anno per il mondo del gioco da tavolo: l’annuncio dei vincitori dello Spiel des Jahres e del Kennerspiel des Jahres, i due riconoscimenti più ambiti da autori ed editori, rispettivamente per il miglior gioco dell’anno (SDJ) e il miglior gioco dell’anno per giocatori (KeDJ). Rispetto ad altri riconoscimenti, come ad esempio l’IGA, il KeDJ ha comunque sempre, come target di riferimento primario il pubblico generalista delle famiglie e dei giocatori occasionali.

Per lo SDJ quest’anno erano in gara Augustus di Paolo Mori, edito dalla Hurricane (in italia Oliphante), Hanabi, di Antoine Bauza (Abacusspiele) e Qwixx di Steffen Benndorf (Nuremberger Spielkartenverlag).

Favorito della vigilia Augustus, dei tre probabilmente il gioco più tradizionale essendo Hanabi un collaborativo alla fin fine piuttosto cervellotico e Qwixx un gioco di dadi di un piccolo editore.

Per il KeDJ erano in concorso due titoli della Hans Im Glück, Brügge di Stefan Feld e Die Paläste von Carrara di Michael Kiesling e Le leggende di Andor di Michael Menzel (Giochi Uniti), dei tre probabilmente il titolo che più ha fatto parlare di se nel corso dell’anno.

Andiamo a vedere quali sono stati i verdetti della giuria …

Continua

radio24_logo_transparent

Il Destino

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era il Destino e ho deciso di prenderlo come spunto per parlare dei giochi dei dadi ed in generale di come i dadi entrino a far parte del gioco da tavolo moderno.

Per anni il dado è stato il simbolo della casualità, spesso visto in maniera negativa dagli autori di giochi di strategia. I primi “euro game” degli anni ’90 disegnavano l’uso del dado se non in poche e controllate circostanze. Nel corso degli anni è il dado, forse uno dei più forti simboli ludici, è stato invece rivalutato e a partire da titoli come Kingsburg o Alla Corte del Re, assistiamo alla nascita di una nuova generazione di giochi che ha prodotti titoli importanti come Alea Iacta Est, King of Tokyo e The Castle of Burgundy.
Continua

fattore famiglia

Giochi da spiaggia parte prima

Ciao a tutti, finalmente (speriamo) è arrivata la bella stagione e i nostri bambini possono trascorrere gran parte dei loro pomeriggi all’aperto. I giochi da tavolo sono una preziosa risorsa non solo nei mesi invernali ma anche in estate, specialmente quando la scuola è finita e i tempi si dilatano.

Possono essere un passatempo divertente per tutta la famiglia tanto al pomeriggio quanto alla sera. A casa, al mare, in montagna … ovunque ci sia un tavolo e delle sedie è possibile immergersi nel magico mondo dei giochi da tavolo. L’estate può essere l’occasione per gli adulti di lasciarsi alle spalle i titoli dei nostri padri, giocati e rigiocati, ed imparare qualche nuovo gioco che magari può diventare per la vostra famiglia un nuovo classico. I bei giochi in commercio sono davvero tanti, basta mettere il naso fuori dai grandi centri commerciali ed avventurarsi nei negozi specializzati: sicuramente ci sarà qualche gioco adatto a voi. Quando qualcuno mi dice “a me non piace giocare” io sono solito rispondere “forse non hai ancora conosciuto il tuo gioco“… e spesso è proprio così. Come se uno dicesse che non gli piace la musica perché si è stancato di ascoltare Mozart e i Beatles o che non gli piacciono i film perché si è stancato di guardare i film di Fellini o ancora che non gli piacciono i videogames avendo giocato solo Pac-Man e Space Invaders.

Oggi voglio consigliarvi un paio di titoli leggeri adatti ad essere giocati anche in spiaggia. Come sempre sceglierò giochi che siano anche “intelligenti”, nel senso che possono stimolare nei grandi e piccini ragionamento e strategia.
Continua

Kinderspiel_des_Jahres

Miglior gioco per bambini del 2013

Ed ecco il primo verdetto per lo Spiel des Jahres 2013. Come tradizione ad aprire la strada l’annuncio del Kinderepiel, il premio dedicato ai più piccini.

In lizza per la vittoria 3 giochi di quelle che probabilmente sono tra le case editrici tedesche attualmente più significative per il mondo del gioco targato bambini: Mucca Pazza (Zoch), Der verzauberte Turm (Drei Magier Spiele), Gold am Orinoko (HABA).

Autori non certo alle prime armi quelli in corsa: Bernhard Weber (Gold am Orinoko) è noto per il suo Château Roquefort, probabilmente uno di più bei giochi da bambini di sempre; Inka e Markus Brand (Der verzauberte Turm) non credo necessitino presentazioni, autori di Village e del recentissimo La Boca. Unico nome nuovo Iris Rossbach (Mucca Pazza).
Continua

play

PLAY: Festival del Gioco

Ciao a tutti, in questi giorni purtroppo il mio blog non è tanto aggiornato perché sono completamente preso dall’organizzazione di PLAY: Festival del Gioco, di cui sono Direttore Artistico.

PLAY è l’evento di gioco più grande di Italia che coinvolge oltre 100 realtà provenienti da tutto il territorio con un programma di quasi 300 tra eventi e tornei. PLAY è un evento unico nel suo genere perché il gioco è l’unico protagonista e non la cenerentola che accompagna altri temi, come spesso accade in Italia.

Ci saranno i giochi da tavolo, i giochi di ruolo, i giochi tridimensionali e i giochi di carte collezionabili. Videogames, giochi dal vivo, giochi di strada, yoyo, piste elettriche, bigliardini, giochi antichi e di tavoliere. Eventi, tornei, conferenze, incontri.
Continua

fattore famiglia

Giochi da tavolo per vincere la timidezza? Si può!

(Dalla rubrica Giochiamo Insieme ? di Fattore Famiglia)
Iniziamo oggi il nostro viaggio nel mondo dei giochi da tavolo; quelli che, nel linguaggio comune, sono chiamati a volte giochi di società. Giocare è una attività divertente, affascinante, costruttiva e non è, come molti pensano, una prerogativa dei bambini. Prova di questo l’incredibile numero di app e giochi online che coinvolgono principalmente adulti, spesso genitori, a volte in maniera quasi maniacale. Sembra quasi che giocare con un PC, con una consolle o con un telefonino sia “socialmente” accettabile, quasi alla moda, mentre un gioco da tavolo è “roba da bambini”.

In questa rubrica vogliamo riscoprire il valore ed il gusto, all’apparenza antico ma incredibilmente attuale, di ritrovarsi seduti attorno ad un tavolo a giocare, genitori e figli. Prima di iniziare voglio darvi un’idea dei numeri che girano attorno al gioco da tavolo d’autore, di qualità: si parla di centinaia di titoli pubblicati ogni anno. Giochi di qualità che a livello mondiale hanno venduto centinaia di miglia di copie ma che sono sconosciuti ai più perché non presenti nel mercato di massa ma solo nei negozi specializzati. Alcuni di questi giochi forse li conoscete perché sono approdati anche nel mondo digitale: Carcassonne e Coloni di Catan sopra tutti.
Continua

fattore famiglia

Giochiamo Insieme su Fattore Famiglia

Inizio una nuova avventura ludica curando una rubrica dal titolo Giochiamo Insieme! per il portale Fattore Famiglia. Ecco la presentazione della rubrica:

Giochiamo insieme! è la nuova rubrica di FattoreFamiglia dedicata al gioco da tavola da fare in famiglia. Ci faremo consigliare dal nostro consulente ludico Andrea Ligabue giochi da proporre in famiglia e da sperimentare con i nostri figli per divertirci, stare insieme e imparare tante abilità che ci saranno utili anche nella vita reale: attenzione, strategia, tattica, rispetto delle regole, costruzione di un linguaggio comune e tante altre ancora che scopriremo nella rubrica.
Continua

radio24_logo_transparent

Il Bello del Brutto

Giochi esaminati: Micro Monsters, King of Tokyo

Nell’episodio di domenica 3 Febbraio de “Il riposo del Guerriero“, Stefano Gallarini mi ha invitato a dare qualche consiglio ludico su giochi. Il tema della trasmissione era il Bello del Brutto.

Ho deciso allora di presentare due giochi secondo me molto divertenti e belli che hanno come protagonisti dei mostri. Continua

radio24_logo_transparent

Gioco e memoria

Giochi esaminati: Zicke Zacke Spenna il Pollo, Sherlock, Bonbons, Shadow Over Chamelot Gioco di Carte

Nell’episodio di domenica 27 de “Il riposo del Guerriero“, Stefano Gallarini mi ha invitato a dare qualche consiglio ludico su giochi che hanno a che fare con la memoria. Ovviamente mi sono concentrato sui giochi da bambini perché la maggior parte dei giochi di memoria interessano loro, con qualche rara eccezione.

Rispetto a quelli suggeriti in trasmissione qualche consiglio in più che mi possono concedere grazie al fatto che in questo mio blog posso occupare tutto lo spazio che voglio.
Continua

JamaicaMateriali1-300x225

Viva Topo e Jamaica su Genitori Magazine

Prosegue il nostro viaggio nel fantastico mondo dei giochi da tavolo. In una società in cui imperversa il gioco d’azzardo, consolle e smartphone catturano sempre di più l’attenzione dei grandi e dei piccoli, può sembrare anacronistico parlare di giochi da tavolo.

Sono però dell’avviso che investire come genitori del tempo per giocare con i nostri figli e familiari a qualcosa dal sapore diverso, seduti intorno allo stesso tavolo, sia una grande risorsa e un’abitudine sana. Per fortuna i dati di mercato parlano di una crescita del gioco da tavolo o quanto meno non di crisi.

Si sta poi avvicinando il Natale e forse ci sarà qualche occasione in più per poter trascorrere del tempo di qualità in famiglia con i propri bambini.
Continua

ludologo_icona_cyan_200

Nuovi arrivi alla ludoteca del Ludologo – Luglio 2012

Sebbene luglio ed agosto sono mesi di vacanza, la ludoteca del Ludologo continua ad arricchirsi di titoli: un bel mix tra novità e titoli del passato, ecco cosa mi è arrivato in questo mese … adesso la scelte di quali giochi portare i montagna è davvero ardua!

Novità (giochi appena usciti o comunque usciti da poco)
Continua

memoire44

Piccoli Gamer Crescono: Memoir’44 a 5 anni ? Si … può … fare!

Fin’ora ho sempre parlato di giochi per bambini che in qualche modo sono riusciti a catturare la mia attenzione di giocatore esperto e genitore speranzoso.
Cose fatte su misura per i bambini ma, a mio modesto parere, con quel qualcosa in più o di speciale.

Oggi vorrei condividere con voi una mia esperienza, raccontandovi come, con pazienza e fatica, sono riuscito ad insegnare a Francesco (5 anni) a giocare ad un gioco per grandi, un gioco indicato per gli 8+ e, se devo essere sincero, neanche troppo banale…

Devo dire che Francesco gioca a Zooloretto, Aquaretto, mini-Zooloretto, Animalia e tanti altri giochi che, volendo, possono essere fatti giocare ai bambini piccoli con un po’ di impegno. Non credo sia cosa rara nei figli di giocatori: spesso il difficile è tenerli lontani dai giochi troppo complessi per non “bruciarli” o trovarsi impelagati in qualcosa di più grande di loro e di noi, in una esperienza che puoi lasciare anche un segno negativo.
Continua

Gioconauta

Gioco e Scuola: Un progetto per nuovi orizzonti

Ecco qua l’intervista che mi ha fatto Alberto “Doc” della redazione di Gioconauta.it, un interessante e nuovo sito dedicato al mondo del gioco da tavolo.

La nascita di Gioconauta ha portato sulle rive del nostro atollo web diverse persone incuriosite da quello che facciamo. Fra queste ho incontrato anche Andrea “Liga” Ligabue che, dopo alcuni scambi di email ho scoperto essere addentro al gioco da tavolo da davvero tanto tempo e con innumerevoli iniziative. Così mi son chiesto se avesse mai organizzato attività anche per le scuole e… beh direi di vedere assieme cosa ho scoperto.
Continua

dobble

Dobble & Mondo [Genitori Magazine]

Torno a parlarvi di giochi dopo una pausa più lunga del dovuto. Stavolta la causa è stato il terremoto che ha colpito la mia città (Modena) e soprattutto i paesi della provincia, tra cui anche quello dove abita mio suocero. Il ritorno alla normalità non è stato facile, sopratutto nel rapporto coi bambini che percepiscono tutte le nostre ansie e le nostre tensioni che si sommano alle loro. Se da un lato noi adulti possiamo in parte tranquillizzarci leggendo documenti, analisi degli esperti o i dati dei sismografi dell’INGV, il ritorno alla normalità per i bambini passa anche attraverso di noi, il ripristino delle routine, il passare tempo con loro e giocare assieme.

I giochi e il giocare sono stati per me, ancora una volta, una grande risorsa anche in questa circostanza. Giocando ci si distrae davvero, si evade in maniera completa perché a differenza di altri passatempi (penso alla televisione primis) la testa è davvero impegnata.

Oggi vi parlo di due giochi, entrambi adatti anche per i bambini, facili, leggeri, spensierati. Due giochi che sono arrivati in Italia proprio in questi giorni, delle vere novità per il nostro mercato.
Continua

summherum1

Piccoli Gamer Crescono: Summ Herun

Poche case editrici sono riuscite a caratterizzare i loro prodotti in maniera così forte e visibile: il giallo delle scatole HABA risalta su qualsiasi scaffale di negozio e lo stand HABA a Essen è assolutamente inconfondibile. Qualcosa di ben più forte ed evidente dell’YS contenuto nei titoli Ystari Games, dello stile Days of Wonder o della grafica familiare della mitica serie di giochi Alea.
Continua

prato_conigli_box

Il Prato dei Conigli e King of Tokyo [Genitori Magazine]

Mi scuso per la lunga pausa dall’ultima puntata di “Papà, a che gioco giochiamo ?” ma Maggio è un mese davvero impegnativo. Lo sa bene chi, come me, è impegnato negli organi di gestione sociale delle scuole: feste di fine anno, saluti, regali alle maestre e tanto altro. Quest’anno poi sto vivendo un “doppio salto di categoria”: Francesco conclude il ciclo nelle scuole dell’infanzia e andrà alle primarie mentre Caterina passerà dalla primaria alla secondaria di primo grado.
Ma torniamo al mondo dei giochi. Oggi vi presenterò, come di consueto, due giochi: uno adatto soprattutto per i bambini ed uno un po’ più elaborato da poter giocare in famiglia, divertente anche per gli adulti.
Continua

Ludologo Giornale

La Gazzetta di Modena 18-05-2012

Un week end di metà maggio all’insegna dell’attesa. Lunedì 21 verranno annunciate le nomination per lo Spiel des Jahres 2012, il premio riservato la mondo del gioco da tavolo più importante a livello mondiale. Tre le categorie di concorso: KDJ, riservato ai giochi per bambini, SDJ, riservato ai giochi per le famiglie e KeDJ, riservato ai giochi per esperti.
Sicuramente, come è sempre avvenuto negli ultimi anni, i giochi nominati e i vincitori, che saranno annunciati solo il 9 luglio, saranno destinati a catturare l’attenzione del mondo ludico per diverso tempo. Autori italiani in concorso in teoria ce ne sono tanti: in pratica pochi titoli hanno davvero la possibilità di raggiungere una nomination quest’anno. Uno di questi è Aquileia edito dalla Zoch, divertente gioco ambientato nella città romana di Aqulieia.
Continua

  • Twitter

    Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

  • Dalla mia collezione

  • Archivi

  • Articoli recenti