Qwixx … 6 dadi e tanto divertimento

AutoreSteffen Benndorf
IllustratoreOliver Freudenreich, Sandra Freudenreich
EditoreNürnberger-Spielkarten-Verlag, dV Giochi, FoxMind Israel, Game Factory, Gamewright, Gigamic, Kanga Games, MINDOK, Morapiaf, Vagabund, Vennerød Forlag AS, White Goblin Games
Anno di pubblicazione2012
Numero di giocatori2 - 5
Durata15
A partire da8 and up
Dipendenza dalla LinguaNo necessary in-game text
(16 voters)

Infos courtesy of boardgamegeek.com. More Infos.

Il gioco in breve

Una manciata di dadi e poche regole per un gioco divertente, con il giusto mix di abilità e fortuna. L’idea alla base è molto semplice e ben sviluppata. Ci sono quattro colori e quattro tracciati numerici: 2 che partono dal numero 2 e vanno, un numero alla volta, fino al 12 e due che partono dal 12 e vanno fino al 2. Scopo del gioco è cancellare il maggior numero di numeri possibile ma una volta cancellato uno, non si potranno più cancellare i numeri alla sua sinistra. Se ad esempio, in uno dei tracciati che parte dal due, cancello il 6, non potrò più cancellare il 2,3,4 e 5.

In dettaglio

Ogni giocatore nel proprio turno lancia i 6 dadi (4 colorati e due bianchi). Tutti i giocatori possono, se vogliono, cancellare in uno dei tracciati al numero ottenuto dalla somma dei dadi bianchi. Poi il giocatore di turno, e solo lui, se vuole può combinare uno dei dadi bianchi con uno di quelli colorati e cancellare quel numero nel tracciato di quel colore. Il giocatore di turno deve sempre cancellare almeno un numero (o quello dei dadi bianchi o uno dei colorati), altrimenti paga pegno.

Un esempio vale più di mille parole.

Tutti i giocatori possono, se vogliono, cancellare un 9. Il giocatore di turno può, se vuole, dopo cancellare:

blu : un 11 (5 blu + 6 bianco) o 8 (5 blu + 3 bianco) , rosso: un 4 (1 rosso + 3 bianco) o 7 (1 rosso + 6 bianco) … e così via

Quando si ottiene un 12 o un 2 si può “chiudere” la fila corrispondente cancellando l’ultimo numero, ma solo se prima erano state cancellate almeno 5 caselle nella fila. Una volta chiusa una fila il dado del colore corrispondente viene tolto.

La partita termina quando sono state chiuse due file o se un giocatore, nel suo turno, per 4 volte non ha cancellato nessun numero.
Il punteggio è dato dal numero di caselle cancellate in ogni fila con progressione triangolare.

Conclusioni

Il gioco presenta, turno dopo turno, scelte interessanti ed importanti. A volte può convenire saltare dei numeri per poter comunque cancellare qualcosa, altre volte premia aspettare. E’ importante seguire anche gli avversari per capire quali colori sono in chiusura e quali no. Una partita dura solitamente 5-15 minuti e vinee voglia di giocarlo e rigiocarlo.

Aspetti didattici

Il gioco è semplice e adatto già a partire dalla terza elementare. Può essere utile per far fare conti ai bambini e come primo approccio intuitivo alla probabilità. Importante ed interessante il fato che in ogni turno, anche in quello degli avversari, ogni giocatore sia comunque chiamato a compiere una scelta (uso la coppia di dadi bianchi o non la uso ?). La durata breve e il giusto mix abilità/fortuna lo rende adatto anche come gioco per la ricreazione o per il dopo-pranzo.