Blog: Radio 24

radio24_logo_transparent

Il Destino

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era il Destino e ho deciso di prenderlo come spunto per parlare dei giochi dei dadi ed in generale di come i dadi entrino a far parte del gioco da tavolo moderno.

Per anni il dado è stato il simbolo della casualità, spesso visto in maniera negativa dagli autori di giochi di strategia. I primi “euro game” degli anni ’90 disegnavano l’uso del dado se non in poche e controllate circostanze. Nel corso degli anni è il dado, forse uno dei più forti simboli ludici, è stato invece rivalutato e a partire da titoli come Kingsburg o Alla Corte del Re, assistiamo alla nascita di una nuova generazione di giochi che ha prodotti titoli importanti come Alea Iacta Est, King of Tokyo e The Castle of Burgundy.
Continua

radio24_logo_transparent

Gli anni ’90

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Gli anni ’90.

E’ indubbio che per il mondo del gioco da tavolo moderno gli anni ’90 siano stati anni di fondamentale importanza sia in italia che a livello internazionale. Innanzitutto in quegli anni c’è stato il vero e proprio boom di due nuove forme di gioco che sono nate sul finire degli anni ’70 e nei primi anni degli anni ’80. Parlo del gioco di ruolo, e del gioco tridimensionale.
Continua

Pret-a-Porter

Moda e Stile

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Moda e Stile.

Questa settimana parliamo di Moda e Stile e come entrino nel mondo del gioco da tavolo. La prima cosa che ho provato a fare è stata quella di trovare dei giochi da tavolo che fossero per me significativi (nel senso di prodotti che mi sentirei di consigliare) che avessero come tema la moda e lo stile. Tutti sicuramente starete pensando a Barbie Reginetta del Ballo: un gioco di Editrice Giochi che, per fortuna, è da anni uscito dal catalogo. Rientra infatti in quella serie di titoli, prodotti per un mercato di massa, che secondo me sono stati di gran lunga superati dai prodotti del mercato attuale. Vi invito a rileggere il mio Manifesto Ludico, per avere un’idea di come la penso.

Il gioco di cui oggi vi parlo è Pret-a-Porter, un gioco del 2010 di Piotr Haraszczak e Ignacy Trzewiczek edito dalla Portal Games.
Continua

radio24_logo_transparent

La vita che avrei voluto

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era La vita che avrei voluto.

Un tema che mi tocca in maniera particolare: giocatore di rugby, pianista, ricercatore, tecnico informatico e poi ludologo … nel mio (ancor breve) percorso di vita ho avuto la fortuna di poter fare tante cose e sopratutto di compiere delle scelte. Quando parlo di giochi sono solito dire che la differenza, la vera qualità di un gioco, sia esso per bambini o per adulti, risiede nella presenza si scelte che possono cambiare in maniera evidente l’esito della partita. Agli antipodi il gioco dell’oca, la non scelta per eccellenza.

Anche nella vita aver la fortuna di poter compiere delle scelte che cambiano il nostro percorso è un privilegio, indipendentemente dal fatto che queste scelte si rivelino poi un successo o un fallimento.
Continua

radio24_logo_transparent

I grandi di Italia

Se non consideriamo i personaggi dell’antica Roma, come Giulio Cesare e i vari imperatori che gli sono succeduti, il personaggio che senz’altro ha stimolato di più la fantasia degli autori di giochi è Leonardo da Vinci ed in generale la Firenze rinascimentale. Anche senza contare giochi come Medici o Medici vs Strozzi, giochi piuttosto astratti che dall’Italia rinascimentale prendono solo ispirazione per il nome, abbiamo Il Principe, uno dei capolavori di Emanuele Ornella e Macchiavelli, una versione più raffinata ed avanzata del classico Diplomacy.

Più recente e molto più calato nel tema Florenza, della Placentia Games.
Continua

radio24_logo_transparent

Piccoli e grandi segreti

Il tema della puntata è davvero stuzzicante. Il mondo del gioco da tavolo è pieno di piccoli e grandi segreti che si nascondono nelle meccaniche dei giochi, nelle loro ambientazioni e nello sviluppo dei giochi stessi. Ci sono giochi in cui parte delle informazioni sono tenute segrete dai giocatori o ai giocatori, altri che nella segretezza di alcune informazioni risiede la meccanica stessa del gioco.

E’ impossibile non citare e ricordare due grandi classici come Cluedo (titolo originale Clue, pubblicato per la prima volta nel 1949) e Scotland Yard (del 1983, vincitore in quell’anno anche dello Spiel des Jahres). Nel primo di questi due giochi, che probabilmente tutti conoscete, i giocatori devono scoprire chi ha compiuto il delitto, in che stanza e usando che oggetto. Lo stesso meccanismo, in maniera senz’altro più evoluta e a mio parere molto più godibile, è stato ripreso da vari giochi tra cui non posso non citare I Misteri dell’Abbazia, che trae spunto dalle intriganti atmosfere de Il Nome della Rosa di Umberto Eco, e Mystery Express, ambientato sul mitico Orient Express (di quest’ultimo gioco, purtroppo, non esiste la versione Italiana).
Continua

radio24_logo_transparent

Made in Italy

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Made in Italy.

Stefano Gallarini, il conduttore della trasmissione, mi ha come ormai abitudine telefonato per qualche consiglio nella rubrica Giochi e Videogiochi.

Parlare dello stile e della creatività Italiana in campo ludico è un argmento che richiederebbe pagine e pagine. Sono tanti gli autori di giochi Italiani famosi all’estero e tante anche le case editrici Italiane di fama internazionale.
Continua

radio24_logo_transparent

Automobili che passione

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Automobili: che passione.

Stefano Gallarini, il conduttore della trasmissione, mi ha come ormai abitudine telefonato per qualche consiglio nella rubrica Giochi e Videogiochi e mi sono divertito a fare una piccola selezione di giochi a tema, parlando di novità ma anche di vecchie glorie.

Ecco il pdocast della puntata di Giochi e Videogiochi 12 Maggio 2013

Continua

Nomen Omen

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Omen Nomen: si parlava cioè di nomi. Dimmi come ti chiami e ti dirò perché e quindi chi sei.

Rubrica Giochi e Videogiochi del 05-05-2013

Stefano Gallarini, il conduttore della trasmissione, mi ha come ormai abitudine telefonato per qualche consiglio nella rubrica Giochi e Videogiochi. Mi sono allora divertito assieme a lui a proporre una carrellata di curiosità legate ai nomi dei giochi: il tempo limitato non mi ha permesso di toccare tutti gli argomenti che mi ero riproposto ma qua sul mio blog posso dilungarmi liberamente. Alla fine, come sempre, ho cercato di suggerire un gioco che fosse a tema. Il titolo che mi è venuto in mente è Time’s Up, party-game che fa dei nomi il suo aspetto centrale.
Continua

radio24_logo_transparent

Tra Passioni ed Ossessioni

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Tra Passioni ed Ossessioni, un tema che mi coinvolge in prima persona, vista la mia passione per il mondo del gioco, in particolare quello dei giochi da tavolo.

Stefano Gallarini, il conduttore della trasmissione, mi ha come ormai abitudine telefonato, stavolta per farmi delle domande sulla mia passione: quanti gioco possiedo ? Quando è iniziata ? Situazioni ed eventi di particolare interesse. E dire che io non sono neanche uno dei maggiori collezionisti al mondo e neanche in Italia. Ci sono persone a cui io non sarei degno di aprire una scatola, che hanno collezioni di giochi smisurate. Penso agli amici Dagmar e Ferdinand de Cassan del museo del gioco di Vienna o a personalità del mondo del gioco Italiano che hanno collezioni che superano i 4000 pezzi.
Continua

radio24_logo_transparent

Il Potere al Femminile

Il tema della puntata di questa domenica de Il Riposo del Guerriero era Le Donne al Potere, un tema interessante e stimolante.

Stefano Gallarini, il conduttore della trasmissione, mi ha come ormai abitudine telefonato per qualche consiglio nella rubrica Giochi e Videogiochi. Piuttosto che cercare giochi con protagonisti al femminile mi sono soffermato a riflettere in maniera molto generica su quale tipologie di giochi destano maggior interesse nel pubblico femminile e quindi ho cercato, tra questi, due titoli che fossero al tempo stesso abbastanza recenti e adatti a tutti.

Ho deciso di presentare Takenoko, un gioco di Antoine Bauza edito in Italia da Asterion Press e Mondo, un gioco di Michael Schacht edito in Italia da dV Giochi.
Continua