Perle di Saggezza: Reiner Knizia

Io credo ci siano tanti giochi ancora da scoprire nell’universo che aspettano solo che io li inventi. Questo mi mette un gran senso di urgenza perchè so che ci sono persone lì fuori che stanno cercando di rubare le mie idee anche prima che io le abbia formulate …
[Reiner Knizia, 2011]

Da un’intervista a Reiner Knizia, uno dei più grandi autori di giochi da tavolo di sempre con centinaia di titoli ideati e pubblicati

Reiner Knizia è uno degli autori di giochi da tavolo più famosi e rinomati nel mondo del gioco da tavolo. Ha vinto davvero una lista incredibile di premi e riconoscimenti e nel 2008 è finalmente riuscito ad ottenere anche il prestigiso Spiele des Jahres con Keltis, un gioco di cui senz’altro parlerò in futuro su questo blog.

Perle di Saggezza vuole essere un appuntamento settimanale sul mio blog in cui fissare parole e frasi di autori, editori o personaggi ludici che mi hanno colpito e che voglio ricordare.

Possono venire da interviste, articoli, recensioni, regolamenti di giochi, chiacchere o altro.

4 Responses to Perle di Saggezza: Reiner Knizia

  1. Fabrizio says:

    Certo è che il premio per Keltis mi ricorda un po’ certi Oscar ‘del giorno dopo’, come quello a Robin Williams dopo che non l’ha vinto per ‘L’attimo fuggente’ (compensato nel 1997 con ‘Will Hunting’) o a Daniel Day Lewis che non l’ha vinto per ‘Il mio piede sinistro’ (compensato nel 2007 con ‘Il Petroliere’). Il buon Reiner è sicuramente un genio, ma a volte tende a ripetersi all’inverosimile (pecunia non olet…?). Keltis è buonino, più colorato di Lost Cities, ma non sicuramente il suo gioco migliore. In ogni caso lodi lodi lodi al Dott. Knizia, sperando che, mentre pubblica 4 giochi simili, le idee buone non gliele porti via un alro autore!!!

  2. Fabrizio says:

    A proposito di ‘perle di saggezza’….cito il mio amico Matteo: “Se un gioco è troppo colorato deve compensare mancanze da altre parti”. Prima o poi si capisce quali sono!!!

    • admin says:

      Thank you. I’m just sorry not too be able to male always a proper English version of the articles. It takes me really a lot of time translating and the result is not always as good as I would. Anyway, knowing there are some non italians reading the blog I’ll try to do my best!
      good play
      Il Ludologo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>